Archive for the ‘Libri e Manuali’ Category

Consigli per letture a tema

 

MINI BIBLIOGRAFIA PER INIZIARE A CAPIRE

Per un’abbondanza frugale : malintesi e controversie sulla decrescita”

Serga Latouche Bollati Boringhieri

 

Coltiviamo la città : orti da balcone e giardini urbani per contadini senza terra”

Massimo Acanfora Ponte alle Grazie – Altreconomia

 

E se lavorassimo troppo? : lo stomaco di Menenio Agrippa, gli spilli di Adam Smith e i baffetti di Charlie Chaplin” Nicola Costantino, Marco Costantino Donzelli

 

Economia della felicità” Bruno S. Frey, Claudia Frey Marti Mulino

 

Felici a costo zero : come rendere la semplicità il migliore investimento per il futuro” Antonio Mazza Castelvecchi

 

Bolletta zero : tutti i trucchi per sopravvivere al carovita”

Marco Fratoddi, Luisa Miglionico Editori Internazionali Riuniti

 

La mia vita a impatto zero

Paola Maugeri Mondadori

 

Scappo dalla città : manuale pratico di downshifting, decrescita, autoproduzione”

Grazia Cacciola FAG

 

Adesso basta”

Simone Perotti Chiarelettere

 

Avanti tutta”

Simone Perotti Chiarelettere

 

Fare pace con la terra”

Vandana Shiva FAG

 

L’arte del viaggiare lento : a spasso per l’Italia senz’auto”

Paolo Merlini Ediciclo

 

Meno e meglio”

Maurizio Pallante Bruno Mondadori

 

La decrescita felice. La qualità della vita non dipende dal PIL”

Maurizio Pallante Edizioni per la Decrescita Felice

 

La felicità sostenibile. Filosofia e consigli pratici per consumare meno, vivere meglio e uscire dalla crisi”

Maurizio Pallante Edizioni per la Decrescita Felice

 

I trent’anni che sconvolsero il mondo”

Maurizio Pallante Pendragon

 

Pilly, Silvia e la decrescita felice” (adatto anche ai ragazzi)

Maurizio Pallante Edizioni per la Decrescita Felice

 

Decrescita e migrazioni”

Maurizio Pallante Edizioni per la Decrescita Felice

 

No impact man : l’esperimento di una famiglia ecologicamente corretta nel cuore di New York”

Laura Gabbert e Justin Schein Mt0 DVD e libro

 

Pensare come le montagne. Manuale teorico-pratico di decrescita per salvare il pianeta cambiando in meglio la nostra vita”

Ermani Paolo e Valerio Pignatta Terra Nuova Edizioni

 

La sfida delle 100 cose”

Dave Bruno Tecniche Nuove

Annunci

Principi della cucina macrobiotica

Macrobiotica dal greco Macros ovvero grande e Bios vita, prima di essere un regime alimentare è una vera e propria filosofia di vita; basata sul concetto di armonia con il cosmo intesa come il raggiungimento di un equilibrio fra forze opposte, lega il benessere dell’uomo direttamente al comportamento individuale ovvero ad una condotta umana più o meno rispettosa dell’ordine dell’universo. In questo scenario l’alimentazione assume una valenza fondamentale poichè rappresenta un atto attraverso il quale l’uomo modifca se stesso, il proprio corpo e di conseguenza interviene nella relazione con lo spirito e la mente.

La cucina macrobiotica trae origine direttamente dall’omonima filosofia dunque che auspica una vita lunga e piena, il cui benessere risulta derivante proprio dall’alimentazione, elemento fondamentale per mantenere ben saldo l’equilibrio e l’armonia tra mente e corpo.

Quando si parla di macrobiotica non si può omettere colui che ne fu il precursore, un filoso e medico giapponese, Nyioti Sakurazawa, meglio conosciuto con il nome di George Osawa. Quest’uomo sostenne i principi della filosofia macrobiotica, rendendola nota e sviluppando anche delle regole alimentari ben definite, ispirate a quelle dei monaci buddisti, che anch’egli sperimentò in prima persona.

Secondo la dieta macrobiotica tutti gli alimenti vengono suddivisi in due differenti gruppi, legati alle sue forze opposte e complementari che regolano l’universo, lo Yin e lo Yang. Al gruppo Yin appartengono tutti i cibi acidi, un esempio sono il latte, la frutta, lo yougurt, le spezie, il tè e tanto altro, mentre nel gruppo Yang rientrano i cibi alcalini, ossia uova, sale, pesce, carne, ecc.

L’alimentazione macrobiotica auspica dunque un consumo bilanciato di alimenti Yin e Yang, prediligendo cibi biologici, integrali e non trattati industrialmente, oltre a particolari tipologie di cottura e preparazione. Le verdure per esempio non devono essere sbucciate e vanno tagliate molto finemente, il sale va messo solo a fine cottura e deve trattarsi di sale marino non trattato, per la preparazione delle pietanze vanno scelte solo pentole in acciaio inossidabile, teglie in terracotta, cestelli in bambù e mestoli di legno, il tutto per evitare di alterare lo stato dei cibi.

La scelta di una dieta macrobiotica promette un notevole benessere a livello fisico e mentale, incrementato sia dalla scelta di alimenti sani ed equilibrati sia dall’allontanamento dal consumismo sfrenato che ormai regola le vite del mondo occidentale.

Fonte: www.cucinamacrobiotica.it

Siamo Nati

Oggi si è costituito il Circolo Culturale della Decrescita Felice di Bergamo e Provincia