Giovani e decrescita: riappropriamoci del nostro futuro!!!

 

Riportiamo dal sito nazionale la presentazione di un altro libro uscito recentemente.

Il titolo del libro è:  “Decrescita, i giovani e l’utopia. Comprendere le ragioni del disagio per riappropriarci del nostro futuro” e l’autore è Jean- Luois Aillon, vicepresidente del Movimento per la Decrescita Felice.

Ho provato a riassumere le riflessioni sui giovani e la decrescita che ho fatto e vissuto sulla mia pelle negli ultimi 10 anni in questo libro. Questo lavoro non vuole minimamente essere la conclusione di un percorso, ma un inizio: “un sassolino lanciato in uno stagno”, un primo spunto di riflessione, di dialogo, di discussione sul mondo giovanile e con il mondo giovanile.

Essere giovani, oggi, è  infatti un’impresa colossale. A sedici anni ci si ritrova soli a fare i conti con il senso della propria esistenza e con un mondo che cade a pezzi, in uno scenario in cui il futuro da “terra promessa” si è trasformato in minaccia. Sradicati dal proprio passato, senza la possibilità di proiettarsi in un qualche futuro, senza guide, è quasi impossibile trovare la propria strada e non si può che brancolare nel buio in un eterno presente, facili prede del mercato e dei suoi miraggi.
È possibile uscire da questo vicolo cieco? Un sentiero percorribile vi sarebbe ed è quello tracciato dalla decrescita. I giovani sono, però, sordi ai nostri richiami. I pensatori della decrescita si sono, infatti, focalizzati per lo più sull’analisi della realtà degli adulti e, sebbene le cause dei problemi siano simili, il mondo dei giovani risulta, però, essere completamente diverso. Diverso è, quindi, il percorso da delineare. Questo è ciò che tento di fare in questo saggio, attraverso un’attenta analisi psico-sociale e culturale del disagio, cercando di scandagliare l’universo giovanile attraverso la lente della decrescita, alla ricerca di nuovi possibili orizzonti. Se abbiamo gli strumenti e il coraggio per guardare in faccia la realtà, questa si trasforma. La “nostra” crisi diventa, allora, un’opportunità per comprendere noi stessi e il mondo che abbiamo di fronte. Riprendiamo, quindi, in mano le redini del nostro futuro, ritorniamo protagonisti e… l’utopia può diventare realtà.

Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate e poterne discuterne insieme. Questo è il senso del libro… e dipende da voi…

Sul sito di MDF vi è una sezione apposita dedicata al tema “giovani e decrescita”, dove vi invito a scrivere le vostre riflessioni e discutere insieme, oppure potete seguire tutti gli sviluppi sulla pagina facebook del libro.

A questo link potete, inoltre, ascoltare la video intervista dell’autore  su Radio Proposta Aosta.

Un grazie di cuore a tutti coloro che vorranno dire la loro.

Jean-Louis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: